martedì 9 dicembre 2008

Guerrilla gardening

C'è modo e modo di fare la guerra e diversi possono essere gli obiettivi da colpire.
A milano da più di due anni ci sono dei guerriglieri che lanciano bombe davvero intelligenti. Bombe di semi. Questi ragazzi combattono contro il cemento che soffoca le nostre città e agiscono in prima persona per rendere più vivibili gli spazi urbani.
La cosa sorprendente è che agiscono come dei veri guerriglieri, cercando di passare inosservati durante le azioni, addirittura pianificando in anticipo ogni singola operazione.

TRASFORMIAMO IL CEMENTO IN FIORI

Guerrilla Gardening è un gruppo aperto a tutti, un gruppo di appassionati del verde che ha deciso di interagire positivamente con lo spazio urbano attraverso piccoli atti dimostrativi, quelli che noi chiamiamo "attacchi" verdi. Guerrilla Gardening si oppone attivamente al degrado urbano agendo contro l'incuria delle aree verdi. L'attività principale del gruppo è quella di rimodellare ed abbellire, con piante e fiori, le aiuole e le zone dismesse o dimenticate della città. Il movimento è nato in Italia circa 2-3 anni fa da un gruppo di giovani milanesi che ancora oggi segue e consiglia i gruppi indipendenti. La popolazione cittadina risponde bene, alcune aziende di giardinaggio ci aiutano con consigli e donandoci piante e materiali pro-causa, altri si limitano ad applaudire e ad apprezzare le nostre azioni. Ogni giorno nuovi "guerriglieri" si aggiungono alla nostra causa, per trasformare e riappropriarsi degli sterili ed impersonali spazi comuni cittadini. Nuovi gruppi stanno nascendo in tutte le grandi città. Anche tu puoi diventare un Guerrilla-Gardener: documenta un attacco e inviaci le fotografie, verrai segnalato sul nostro nuovo sito web!

Un semplice esempio per iniziare:

BOMBA DI SEMI Avvolgi in carta di giornale terriccio, fertilizzante, e semi di fiori che vorresti veder nascere. Il tutto imbevuto d'acqua. Ora avvicinati ad un cantiere in disuso o ad una zona abbandonata e lancia le flower-bomb. Dopo qualche settimana potrai apprezzare splendide fioriture in luoghi dimenticati.


Per ulteriori informazioni visitate il sito del gruppo guerrilla gardening.

3 commenti:

il Russo ha detto...

Vi giuro non conoscevo, vado subito ad approfondire sul guerrilla gardening.

aziza ha detto...

carina questa cosa,complimenti per la segnalazione,andrò a leggere,grazie betti

Betti Sustrhell ha detto...

Bravo!! E spargi anche la voce.
ciao!