mercoledì 7 ottobre 2009

La Scuola Radio Elettra genera mostri

Photobucket

La Lega se n'è inventata un'altra: carcere per chi indossa burqa e niqab.
Non siamo razzisti - dice Roberto Cota - non abbiamo niente contro i musulmani, ma la legge deve essere uguale per tutti.
No, non siete razzisti, infatti nelle motivazioni con le quali avete avanzato la proposta di riforma di legge, avete solo detto che
"Indossare indumenti come il burqa e il niqab, che nulla hanno a che vedere con la cultura della maggioranza delle donne immigrate che vivono in Italia, ma che costituisce un obbligo imposto alle donne da estremisti che vengono dall'Afghanistan, dal Pakistan e da altri Paesi dove prevalgono la cultura estremista e il retaggio di costumi disumani e di violenze familiari inaudite e inammissibili sia in linea di principio sia, in particolare, se le donne vivono in Paesi civilmente evoluti".

Ignoranti.
Buzzurri.
E razzisti.
Voi e tutti quelli che vi votano.
Quello che avete detto e scritto non ha senso logico, sintattico nè storico.
Siete il terzo mondo della ragione.
Il buco nero del buon senso.
E pretendete pure di modificare culture millenarie (altrochè obbligo imposto, cultura estremista, costumi disumani e violenze familiari inaudite e inammissibili) con una fottuta e vergognosa proposta di legge.
Puah!

5 commenti:

Pel(l)acani ha detto...

schifo&disgusto

Pel(l)acani ha detto...

scopro poi che una simile proposta, diversa nelle premesse e nelle motivazioni ma uguale nella finalita', e' stata presentata dal PD da tempo

Titus Bresthell ha detto...

non mi stupisco. soprattutto se la differenza tra le due proposte è solo a livello formale.
quelli sono viscidi e meschini.
questi invece sono proprio dei subumani.

Il Grande Favollo ha detto...

Mi potreste fornire la definizione di "Paesi civilmente evoluti"?

Titus Bresthell ha detto...

quelli dove non esistono partiti come la lega nord.
forse.