sabato 30 maggio 2009

Tante cazzate, tanti voti

Non bastava una cazzata, dalle dimensioni più o meno grandi, al giorno.
Ora la strategia elettorale del buffone di corte, ben conscia del comportamento adatto da tenere nei confronti dell'italico popolo, sembra necessitare di una dose di demagogia aggiunta. Forse proprio perchè l'equazione espressa nel titolo del post sarebbe valida anche a fattori invertiti, il nostro decide di approfittare di ogni occasione, anche la più banale, per dare aria alla bocca.
L'Aquila, già abbastanza martoriata da urbanisti e costruttori infami, è pure costretta a sorbirsi le settimanali flatulenze del nonno più amato dalle minorenni.
Ed eccovi quindi i suoi due ultimi colpi di genio:

Photobucket
"Entro settembre contiamo di non avere piu' gente nelle tende"

Photobucket
"Questa estate vogliamo programmare vacanze al mare per le famiglie e crociere sul Mediterraneo per i ragazzi"

5 commenti:

Il Grande Favollo ha detto...

Sono pronto per la crociera. Andiamo! A settembre saremo tutti più ottimisti ed abbronzati.

Anonimo ha detto...

Si,lui di contro le ferie le passerà a Messina..magari girovagando per i quartieri di Fondo Fucile oppure Giostra a vedere come butta e a farsene un'idea.

Titus Bresthell ha detto...

@favollo:
ottimismo e abbronzatura sono essenziali per chi ha perso parenti, amici, casa, cose, tutto..

@anonimo:
messina? più facile che se ne vada in costa smeralda a giocare col finto vulcano mentre palpa qualche minorenne/maggiorata.

Anonimo ha detto...

..speravo già che le tende le riciclasse per quei cittadini italiani messinesi che vivono in baraccopoli all'amianto dal 1908..e invece no..no no e no.

Titus Bresthell ha detto...

@anonimo:
è che con lui la speranza muore sul nascere..
per quello la sua promessa di non avere più aquilani nelle tende a settembre è meno di un miraggio..!